Contrordine compagni ...

“Alle 19 aperitivo in terrazza per i saluti estivi dal nostro Socio Andrea Magherini” così recita il sacro testo, cioè il programma ufficiale di questa serata. Siamo cioè nel (suo) Hotel Lungarno Vespucci 50…quando piomba a tradimento una pioggerella leggera leggera, così estiva, quasi evanescente in questo pomeriggio di fine luglio calduccino ma non troppo: il selciato è quasi bagnato e allora…arriva tempestivo anche il contrordine di Barbara, la nostra efficientissima segretaria. Niente terrazza, siamo in sala pranzo così piacevolmente affrescata da tenui pitture pastello, le finestre sono spalancate ed entra una bella arietta già rinfrescata dalla pioggerella fuggitiva.

 

Il breve Consiglio direttivo si è appena concluso quando   Sandro (Rosseti, il Presidente) presenta ai Soci (presenti) il programma settembrino del nostro club: il 5 settembre avremo le “spigolature…no, stavolta non di Nino C. ma del Presidente in persona che “parlerà per 5 minuti e poi a rotazione gli altri”: e di cosa parlerà? Sorpresissima!  Il martedì successivo, cioè il 12 settembre avremo Filippo (Cianfanelli) che ci parlerà dell’Eritrea nel Ristorante Etiope di via Faenza: “è un altro mondo” borbotta Filippo pensoso, che di mondo se ne intende, avendolo girato quasi tutto, sempre con Elena, la eccezionale programmatrice dei loro lunghi viaggi. Ora stanno per ripartire, stavolta per l’Australia, sempre con l’Associazione “Avventure nel mondo” che organizza spartani (ed economici) viaggi-avventura nei cinque continenti, anche di tipo “Family” e “Baby”; ma anche di tipo “trekking”, di tipo “alpinismo” , di tipo “raid in moto e 4X4”; e infine i viaggi “giovani (discovery)” dove si dorme in tenda, in ostelli della gioventù, o in case private, dove si viaggia con i mezzi pubblici o, in mancanza, in auto a noleggio rigorosamente senza autista: sarà guidata dagli stessi  partecipanti al viaggio! Insomma bisogna essere proprio giovani e forti, sapersela cavare anche con poco confort e avere …non più di 26-30 anni secondo il suggerimento, neppure tanto velato, della organizzazione romana. La quale pubblica una splendida rivistona trimestrale che si intitola “la grande guida dei viaggi” che può essere richiesta con modicissima spesa a “Viaggi nel mondo srl” (Largo Grigioni 7, Roma).

 

Il terzo martedì di settembre (il 19) avremo “il maggior esperto di arti e mestieri” della nostra città, Luciano Artusi, della famiglia del celeberrimo Pellegrino che aveva (curiosamente) scelto di vivere nella nostra città dopo una brutta avventura nella sua Romagna-bella, ma troppo insicura ai suoi tempi. E proprio qui (a Firenze, piazza D’Azeglio) scrisse il suo famoso libro di ricette “per le famiglie” che nessun editore gli volle pubblicare, e che quindi lui decise di stampare a sue spese, convinto dell’utilità pratica del suo lavoro: ebbe subito enorme successo anche commerciale, tanto che fiorirono in tutta Italia le copie “apocrife” cioè false, copiate, e quindi senza diritti da pagare all’autore. E’ questa forse la prova migliore dell’ indiscutibile del successo di quel libro, che ha segnato l’inizio di una diffusa tradizione di libri di ricette pratiche  per le famiglie  che continua tuttora, anche con il nostro Socio Paolo Petroni, autore di numerosi libri di successo, primo fra tutti quello della “Vera cucina fiorentina” che è in (quasi) tutte le case della nostra città (e non solo).

 

Il quarto martedì di settembre (il 26) sarà dedicato al teatro come “mestiere dell’attore” spiegato da uno del mestiere, cioè da colui che dirige l’Accademia Teatrale di Firenze, che abbiamo visto in azione al teatro Niccolini nella pièce del “Grasso legnaiolo” attribuita al Brunelleschi, ma in realtà riscritta per il teatro proprio da lui, Pietro Bartolini, marito della Socia Ludovica Sanalitro, del nostro club “Satellite” di Bagno a Ripoli. Da non perdere, assolutamente, una preziosa rarità culturale per chi ama il teatro: cioè per chi ama la vita, dato che il teatro è vita.

 

La pioggerella è già finita, e (bontà sua) ci lascia salire in terrazza per il dolce dessert di consistenti “biscotti di prato” al cioccolato e di un tenero dolcetto, pure al cioccolato, cui ben si accompagnano deliziosi chicconi d’uva bianca dolcissima, e altri di uva nera altrettanto dolce. Gli sguardi di tutti scorrono incantati sul panorama che sembra srotolarsi davanti a noi, si parla di Rotary e di vacanze ormai alle porte, mentre l’aria così   serena sembra addolcire, oltre che il paesaggio al tramonto, anche gli animi, e i pensieri si fanno più alti, gli sguardi più luminosi, in un attonito momento di stupore per tanta bellezza intorno a noi.

 

VIVA IL ROTARY!

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

FORZA LEO…

April 30, 2019

1/5
Please reload

Post recenti

April 30, 2019

April 2, 2019

March 19, 2019

February 26, 2019

February 19, 2019

February 12, 2019

Please reload

Archivio