TRENT’ANNI E NON SENTIRLI…

 

Siamo una novantina (!) di Soci, di molte e variegate  età, che trotterelliamo allegramente in questo 5 dicembre sotto la fredda pioggerella autunnale-quasi-invernale fino al “nostro” Westin-Excelsior  per il trentennale (come passa il tempo…) del nostro Rotaract Club, non più dei “nostri ragazzi”, come si diceva quando Piero (Camici) mi tirò dentro il Rotary, non so più quanti anni fa’, e gliene sono sempre più grato. Ora i nostri ragazzi sono nostri PARTNER, come ci dicono a Evanston (patria nativa del Rotary, zona Chicago), cioè giovani colleghi, giovani amici, giovani collaboratori delle nostre (comuni) imprese rotariane. Diciotto-trenta sono i loro anni, i nostri anche molti-molti di più, ma ora li sentiamo più vicini che mai, siamo una “cosa unica” di età diverse, ma pronti a scattare insieme su percorsi che hanno un fine unico e condiviso in partenza: service above self (il servizio al di sopra di se stessi) con la gioia di fare (anche) insieme tante cose per la nostra società che ci ospita, cioè per noi che ci viviamo. Con gioia, con allegria, con impegno, con serietà: ma soprattutto con la gioia che ci dà lo stare insieme, il fare insieme, il giocare insieme, lo scherzare insieme, il “raccontarci” insieme le nostre vite più o meno  lunghe, il nostro impegno professionale ed etico, con  le luci e le ombre di tante esperienze e di tante speranze, nostre e loro. Così sia…

Sono accorsi a festeggiare in allegria questo anniversario tutti i “grandi” rotariani del nostro Distretto, sia in ambito Rotaract che dirigenziale. Letizia Cardinale (sì, è la figlia di Rino e Malù), come sempre elegante, snellissi ma e sorridente (RC Firenze Est)  Assistente di Ladu, il Governatore appena piombato in visita “pastorale” chez nous la scorsa settimana, ricorda i suoi felici esordi nel Rotaract degli anni ’80, ora c’è sua figlia...         E’ con noi anche il super-vitale Giorgio Bompani (RC Firenze) che è stato il Presidente del primo Rotaract italiano (il Rotaract Club Firenze) il terzo a livello mondiale nato il 18 marzo del 1968, solo poche ore (5 giorni…)dopo il primogenito al mondo: Giorgio ricorda ancora l’entusiasmo del suo neonato Club per i suoi bei programmi e per l’impegno di tutti loro (erano in sette!) per concluderli al meglio:   VIVA IL ROTARACT!! così  conclude Giorgio…

Sono con noi anche i due top-young-managers (dirigenti giovani) del Rotaract nel nostro Distretto: RD (Rappresentate Distrettuale) Rotaract  Luca Sbranti, cioè il Governatore dei Rotaract  toscani; con il DZ ( Delgato di Zona) Rotaract  Francesco Corti, cioè l’Assistente  di Zona (la nostra, ovviamente): entrambi emozionati e felici di esserci, seduti accanto alla nostra Presidente Rotaract Vittoria Risaliti che ha organizzato questa seratona, con il “nostro” Andrea Bandelli e con la piena benedizione e il forte incoraggiamento del  nostro Presidente Sandro Rosseti. Vittoria è riuscita ad invitare e a far venire la maggior parte degli ex-Presidenti del nostro Rotaract, che ha invitato uno per uno a venire al suo tavolo (della Presidenza) per presentarsi a tutti con un saluto personalizzato.    Voilà!

Rompe il ghiaccio un emozionatissimo Vincenzo Vettori (nella foto a lato), il primo dei Presidenti dell’ appena-nato Rotaract dell’annata 1986-87, un cinquantino (abbondante) che ricorda benissimo quei giorni, gli brillano gli occhi sul viso illuminato dal ricordo di allora, vivo come fosse oggi: ringrazia, facciamo la  foto-ricordo e saluta tutti con allegria. I ricordi che durano…    Segue Pier Francesco Marranci nostro Socio (Rotary) già da molto tempo ma anche il terzo Presidente Rotaract nell’annata 1988-89 che osserva come il Rotaract sia cresciuto da allora (erano quattro gatti…) e come i giovani di oggi siano ugualmente  impegnati “a portare avanti il loro ruolo”. L’impegno che  dura…    Arriva il suo successore Cosimo Lai Presidente dell’annata 1989-90: “mio padre era nel RC Firenze Sud e qui (nel Rotaract) ho conosciuto l’amico migliore, qui siamo cresciuti nei valori e nel servizio rotariano” conclude Cosimo. L’amicizia che dura…     Arriva a ruota Lorenzo Pieragnoli, il Presidente dell’anno successivo 1990-1991. Ora Sacerdote dopo una laicissima esperienza di manager, è  figlio del P.P. Enrico Pieragnoli , nostro Socio Onorario e indiscusso riferimento “morale” del Club, oggi assente (per la salute un po’ malferma) ma certo presentissimo qui con noi con tutto il suo spirito: ciao Enrico, che Dio Ti conservi per tutto il tempo che vuoi!  Lorenzo “ricorda il clima di amicizia continua che aiuta a crescere”, ricorda  le diverse situazioni ed esperienze arricchenti che hanno lasciato il segno nel suo cuore di Sacerdote, e anche i viaggi internazionali dei quali gli  resta il ricordo dell’amicizia anche dopo trent’anni. La spiritualità che dura…           E’ il turno di Stefano Selleri(nella foto a lato),  Presidente del nostro Rotaract nel 1991-92 e  ora nel  RC Firenze Est, figlio di Fabio nostro Socio storico, ahimè dimissionario (per età e salute). Anche Stefano ricorda gli ideali di quei giorni lontani “che sono rimasti sempre gli stessi” anche nel suo nuovo Club. Gli ideali che durano…    Nell’annata 1994-95 chi è stata Presidente del nostro Rotaract? E’ la qui presente Nicoletta Nesi, ora insegnante, che dichiara subito con entusiasmo da ragazzina (o ragazzona…) che nel Rotaract ha “imparato tantissimo e che non può dimenticare le bellissime sere passate insieme” tanto che “la sua bimba pensa di farla entrare nel Rotaract”, e augura ai nostri ragazzi che anche oggi “lo vivano in maniera gioiosa”. La gioia che dura…    E nel 1995-96?  E’ stato Presidente Simone Meneghini, che afferma convintissimo che “per lui il Rotaract è stato un vero trampolino di lancio nel mondo del lavoro” soprattutto perché gli ha insegnato “un approccio maturo nelle relazioni col prossimo”. Il trampolino che dura…     Nel 1997-98 è stato Presidente del nostro Rotaract Andrea Bandell (nella foto a lato),  i, oggi nostro Socio al Firenze Sud, felice di ritrovare un bel gruppo di amici e “di essere tornato da dove è partito per costruire e vivere insieme il Rotary in maniera completa”. La gioia che torna…     Francesco Anzà  Presidente  nel 2000-2001   afferma convintissimo che il Rotaract aiuta i ragazzi a crescere, ne migliora la personalità e li aiuta a “trovare tanti amici con cui dividere momenti insieme”. La crescita che conta…   Ecco di corsa Lorenzo Villani (figlio di Marco, nostro Socio storico) che è stato Presidente Rotaract nel 2003-2004 e RD 2008-2009 (v.sopra) che “consiglia a tutti i ragazzi di entrare nel Rotaract per mettersi alla prova”. La prova che conta….   Arriva ora Tommaso Martinico (figlio di Nicolò, altro nostro Socio storico) Presidente Rotaract nel 2005-2006    che ricorda la sua come “un’esperienza magica” e si complimenta con Vittoria (Risaliti, la Presidente di quest’anno) perché “ha visto un Club che va bene: brava Vittoria!”. La magia che dura…  Ecco l’altro giovane Villani, fratello di Lorenzo: è Giovanni Villani (nella foto sotto),  che è stato Presidente del nostro Rotaract nel 2006-2007 e che sostiene di “aver  fatto il Presidente tre volte”: se lo dice lui…dobbiamo crederci, anche se non è chiarissimo come sia andata! Dice anche che ai suoi tempi i Soci del Rotaract erano solo 5 mentre ora sono 16. Evviva! ….  Non è potuta venire da Milano dove vive e lavora la Presidente Rotaract del 2008-2009 Valentina Germani (figlia di Piero, nostro storico Prefetto e futuro Presidente del Club) che ha inviato a Vittoria (v.sopra) un affettuoso saluto per tutti noi che “ricorda con sincero piacere e affetto”. L’affetto che dura…     Ecco Niccolò Giusti che è stato Presidente nel 2011-12 che ricorda l’amicizia e la sfida delle tante prove da superare all’interno dei valori del Rotary. La sfida delle prove…   E Giovanni Giorgetti (nipote del nostro Socio P.P.Filippo Cianfanelli)  Presidente Rotaract nel 2012-13 che si proclama felice della crescita del Club nella sua annata in cui “si sono molto divertiti tutti insieme”. Le gioie del Rotaract… Ecco Anna Giusti  Presidente due anni fa’ cioè nel 2015-16 con l’amica Carolina Cardini  Presidente l’anno scorso cioè nel 2016-2017 : fine della storia dei trent’anni del nostro Rotaract con l’attuale Presidente Vittoria Risaliti che distribuisce ad ognuno dei suoi predecessori presenti un piccolo ricordo della serata.

Segue una mega-torta celebrativa offerta  come suo regalo personale dal Presidente Sandro Rosseti  per questo trentennale del nostro Rotaract: accolta da un applauso generale viene letteralmente presa d’assalto con una vera “carica dei 90” famelici ghiottoni, certo attirati dalla indiscussa fama di grand-gourmand  (buongustaio) del nostro Presidente. Come se i 90 fossero digiuni e non avessero già gustato l’ampio buffet della serata, con un eccellente risotto ai formaggi (cottura perfetta…) e, oltre ad altre bontà, uno splendido pesce spada affettato come un filettino di vitello e disposto con grazia nell’ampio vassoio di portata, a fettine soprapposte in diagonale: una delizia per gli occhi e per il palato: brava Gloria (Cellai)!! Con esso  mi è parso di rivivere l’indimenticabile pranzo offerto dal Capitano Nemo ai suoi “ospiti” del Nautilus, il sommergibile di 20.000 leghe sotti i mari di Jules Verne, a base (appunto) di un filetto scambiato da tutti i commensali per filetto “di terra” cioè di vitello o altro animale terrestre. Era invece filetto marino, assolutamente indistinguibile per tutti, ma non per il nostro Presidente che lo avrebbe subito identificato per quel che era veramente. Ne sono certo…

Last but not least (da ultimo, ma non per importanza) il Presidente Sandro Rosseti ci informa del trasferimento al nostro Club (da quello di San Casciano) del P.P. Giuseppe Bergamaschi, avvocato e storico, che abbiamo conosciuto come ospite del nostro Club nella passata annata del P.P. Giancarlo Landini: BENVENUTO FRA NOI!!!  E soprattutto…

 

 

VIVA IL ROTARY !!!

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

FORZA LEO…

April 30, 2019

1/5
Please reload

Post recenti

April 30, 2019

April 2, 2019

March 19, 2019

February 26, 2019

February 19, 2019

February 12, 2019

Please reload

Archivio