LE STANZE DELLA SCIENZA, OVVERO LA SCIENZA DEL GRANDUCA

Sono una quarantina abbondante gli amici amanti della scienza accorsi stasera 18 settembre 2018 in via Giusti 29 alle 18 precise per  godersi la visita, illustrata dai suoi due top managers, del “Museo Tecnologico e Fondazione Scienza e Tecnica” con annesso il modernissimo Planetario super-digitale nuovo di trinca. Sono la prof. Donatella Lippi, Presidente della Fondazione di cui sopra  e il dott. Stefano Caramelli, Direttore della medesima.

Un grande cartello azzurro ( che copre un affresco in cattive condizioni) ci avvisa che la Fondazione Scienza e Tecnica ha qui un Planetario. Niente farebbe sospettare che in questi locali si trovi una raccolta unica al mondo di strumenti, reperti e modelli che spaziano in tutti i campi scientifici. L’Istituto Tecnico Toscano, voluto dal granduca Leopoldo II nel 1853 era un centro di eccellenza dove si formarono le più importanti figure di scienziati del XIX secolo a Firenze. Qui nacquero migliaia di brevetti che portarono il nome di Firenze in tutto il mondo, e da tutto il mondo giunsero macchine e strumenti all’avanguardia che a Firenze vennero studiati e spesso migliorati. Oltre all’importante gabinetto di Fisica e di Meccanica (prima della nascita della facoltà di Ingegneria nella nostra città) vi erano raccolte di prodotti industriali e manifatturieri provenienti da ogni parte del mondo. Splendidi modelli in cera, cartapesta e vetro riproducono animali e piante del mondo naturale: splendida la raccolta di 300 grandi fiori di Robert Brendel composti di materiali molto eterogenei , completamente smontabili per mostrarne l’anatomia. Ancora più affascinanti e realizzati con estremo realismo, i celenterati in vetro soffiato di Leopold Blaschka di cui il museo possiede la collezione più importante in Italia. Il museo è l’eredità della Scuola ed è stato recentemente restaurato grazie alla presidente Donatella Lippi e al direttore Stefano Caramelli. Accompagnati da loro i soci del Rotary Club Firenze Sud, guidati dal Presidente Claudio Borri, hanno stasera potuto visitare il museo e ammirare in funzione anche il modernissimo planetario digitale che da poco ha sostituito l’antico planetario meccanico. Una bellissima esperienza che consiglio vivamente a tutti! (Testo e foto della visita

a cura del Socio P.P. Filippo Cianfanelli).

Dopo la visita al Museo, e la sosta al Planetario, gli amici della scienza (cioè i nostri Soci presenti)  sono sollecitati dal Prefetto Pier Augusto Germani a trasferirsi, con il “cavallo di San Francesco” (cioè lento pede, a piedi) all’Hotel Athaeneum in via Cavour, per la prevista cenetta che sarà ovviamente “francescana”(…) dato il mezzo di trasporto usato per l’occasione. Ma non prima che l’attivissimo Presidente Claudio Borri riassumesse a velocità della luce alcune comunicazioni fondamentali: il nostro Programma di ottobre, illustrato nei minimi dettagli (ovviamente); la disponibilità di ancora pochissime camere a prezzo stracciato nell’hotel che ospiterà il Club a Matera nelle Festività Pasquali del 2019; e la super- soirée operistica del 27 febbraio 2019 al nostro bellissimo Teatro del Maggio per una rappresentazione straordinaria dell’opera Madame Butterfly di Giacomo Puccini per una raccolta fondi in favore degli sventurati del ponte di Genova, al costo stracciatissimo di € 30 di cui la metà andranno a Genova (e l’altra metà al teatro). E’ un’ iniziativa interclub con il RC Lorenzo il Magnifico e RC Firenze Ovest per l’impegno dei rispettivi Presidenti Paola Del Mastio e Mauro Ucci. Il nostro Presidente comunica anche di essere entrato a far parte del Comitato Scientifico di questa Fondazione museale. E ora tutti all’Hotel Athaeneum in via Cavour per la bella cenetta organizzata dal Prefetto Pier Augusto Germani con: Prosecco di benvenuto, patatine e noccioline al bar dove i nostri Soci si sono accomodati ai relativi tavoli e poltroncine. La  cena è a buffet, ma su tavoli completamente apparecchiati: antipasti di crostini ai funghi, al pomodoro, ai fegatini, al formaggio, ai pomodorini…Due primi di risotto al radicchio con provola e pennette alla crema di pomodoro con verdurine miste; macedonia con gelato alla crema. Più che sufficiente e più che soddisfacente per tutti i Soci, grazie anche a Massimo Pezzano, Rotariano del RC Firenze Ovest, proprietario dell’albergo e un caro vecchio amico.

 

Curiosità imprevista: Gregory Harris, esperto di informatica e  Rotariano in visita di Encinitas, una bella cittadina della California a nord di San Diego, Past President del Rotary Club locale con 95 Soci che si riunisce all’ora di pranzo,   si presenta a noi per informarci  che lui con la sua famiglia (moglie e due figli) stanno facendo il giro del mondo della durata di un anno: Europa, Africa e Asia, facilitato dalla sua conoscenza di molte lingue, oltre all’inglese, fra cui anche della nostra, l’italiano. E’ ospite da un paio di settimane a casa del nostro Socio Andrea Bandelli insieme alla moglie e ai suoi due figli (di Gregory).  Buon viaggio ai moderni globetrotter! 

 

(Testo Athaeneum dagli appunti del Segretario Andrea Magherini, rivisti da Nino Cecioni).

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

FORZA LEO…

April 30, 2019

1/5
Please reload

Post recenti

April 30, 2019

April 2, 2019

March 19, 2019

February 26, 2019

February 19, 2019

February 12, 2019

Please reload

Archivio